Il ritmo del mare

fotografare il Mare del Nord

Il ritmo del mare

fotografare il Mare del Nord




Il ritmo del Mare del Nord è quello scandito quotidianamente dall'andirivieni delle maree. Quando il mare si ritrae, lentamente, inesorabilmente, la spiaggia si allunga a perdita d'occhio; chiazze d'acqua restano qua e là come dimenticate dal mare in ritirata. Figure astratte, textures naturali e fantasiose.
In assenza di vento queste pozze dalle forme bizzarre diventano specchi perfetti.
 
Se la bassa marea coincide con le ore del tramonto si vedono allora galoppare cavalli sull'infinito bagnasciuga, silhouettes che si stagliano nerissime sull'oro del sole calante e perfettamente coincidenti con l'idea umana di libertà.
 
Poi, quando il mare riconquista il suo dominio dato in prestito, tutto questo viene cancellato, lentamente, inesorabilmente, per riapparire poi quasi per miracolo intatto, ma sempre leggermente diverso, alla prossima puntata.